31 rue Marcel Paul – ZI Kerdroniou Est – 29000 Quimper – FRANCIA – Tel +33 (0)298538082

VENIRE   CHIAMARE

  it esp de     ACCESSO PRO

Scegli il mio caricabatterie

In qualità di produttori di caricabatterie, generalmente consigliamo di calibrare un caricabatterie a circa il 10% della flotta di servizio per le batterie al piombo.

Esempio: un caricabatterie da 25A è consigliato per un parco assistenza tra 200 e 300Ah.

Tuttavia, l’aumento di questo rapporto può essere giustificato in alcuni casi:

– Tecnologia specifica della batteria (es. Lithium LiFe PO4 con BMS / Rapporto consigliato 30%).

– Necessità di energia aggiuntiva per alimentare utenze in continua costante (es. ritorno dal mare, breve scalo, batterie scariche, si rimane in barca e un certo numero di utenze è in funzione): il caricabatterie deve quindi essere sufficientemente potente per ricaricare le batterie e rifornire i consumatori.

La batteria di avviamento non viene presa in considerazione, perché è solo leggermente scarica. Infatti, essendo naturalmente ricaricata dall’alternatore, la batteria di avviamento consuma poca corrente.

È sempre preferibile dedicare un caricabatterie a batterie della stessa tecnologia.

Ciò ottimizza le prestazioni di ricarica al 100% e quindi prolunga la durata delle batterie.

Tuttavia, la realtà degli impianti è spesso diversa. Nel nostro caso, forniamo i nostri caricabatterie ai cantieri navali.

Spesso usano il piombo sigillato per la batteria di avviamento, l’AGM per il propulsore e ora il litio opzionale per il servizio.

Pertanto, abbiamo lavorato in stretta collaborazione con i produttori di batterie, per offrire un profilo di carica soddisfacente, che consenta questo mix di tecnologie.

In questo caso, ti consigliamo di mantenere l’impostazione di fabbrica del caricabatterie.

I caricabatterie CRISTEC sono compatibili con batterie a tecnologia Lithium Iron Phosphate (LiFePO 4) con BMS (Battery Management System) integrato.

  • Le batterie LiFE PO4 presentano 3 grandi vantaggi:
  • Risparmio di peso/ingombro Autonomia grazie all’elevata velocità di scarico (90%)
  • Ricarica rapida con una corrente di carica adeguata

Si tratta di batterie che assorbono una corrente molto elevata durante la ricarica. È quindi necessario garantire, nell’ambito dell’adeguamento di un impianto esistente, dimensionare di conseguenza:

  • Il caricabatteria (C/3: esempio modello 25A per 90Ah).
  • L’alternatore
  • Sezioni dei cavi

In caso di batterie al litio specifiche, consultare CRISTEC

Questa opzione consente di adattare la tensione di carica del caricabatterie in base alla temperatura ambiente del vano batterie.

Ciò consente una carica ottimizzata della batteria e migliora la durata della batteria.

Possiamo offrirti due soluzioni, che possono essere implementate singolarmente o condivise:

Aggiunta di un sensore di temperatura STP che verrà collegato al caricabatterie: quest’ultimo verrà posizionato nel vano batterie, il più vicino possibile alla batteria, su uno dei cavi, all’esterno della scatola.

Codici articolo: STP-NEW-2.8 o STP-NEW-5.0

Questa opzione è particolarmente consigliata quando le batterie si trovano in un ambiente ad alta temperatura (ambiente confinato, alta temperatura esterna, ecc.).

Installazione di un gestore di batterie con sensore di temperatura opzionale

Codici articolo: BAT-MON-3.5 + STP-NEW-2.8 o STP-NEW-5.0

Questa volta la sonda sarà collegata al gestore della batteria.

Il suo posizionamento rimarrà lo stesso, a livello della batteria da monitorare.

La temperatura verrà visualizzata in tempo reale sullo schermo dell’allenatore.

Abbiamo scelto di commercializzare funzioni separate: caricabatteria e convertitore (= inverter):

  • Le mute sono attraenti in termini di dimensioni. Le funzioni separate però sono più sicure: in caso di guasto su un combi si perde l’alternativa e continua a bordo I
  • Combi hanno spesso solo 2 uscite di carico, di cui una limitata in corrente
  • Le curve di ricarica disponibili sono generalmente meno elaborate rispetto a un caricabatterie da terra

Installa il mio caricabatterie

Si consiglia di installare il caricabatterie il più vicino possibile alle batterie, per evitare cadute di tensione sui cavi CC.

Spazi abitativi: i caricabatterie CRISTEC sono per lo più fanless, il che consente di installarli negli spazi abitativi (es. cuccette).

Per i modelli con ventola, il nostro display touch remoto (YPO-DISPLAY-R offerto come opzione) ha una modalità notturna che consente di inibire la ventola per 8 ore (modelli YPOWER 12V 60A e 24V 30A).

Blocco motore: i caricabatterie CRISTEC funzionano a pieno carico fino a una temperatura di 60°C senza alcuna perdita.

Il nostro modello YPOWER 12V 40A è invece certificato ISO8846 (protezione contro l’accensione di gas infiammabili), che permette di installarlo nella zona motore, in prossimità di un serbatoio.

Se hai una batteria motore e una batteria servizi, devi collegare:

  • La batteria del motore con + BAT E (o + BAT D a seconda della generazione)
  • La batteria dei servizi su + BAT 1 o + BAT 2
  • L’uscita positiva inutilizzata rimarrà nell’aria
  • Il negativo sarà comune a entrambe le batterie

I caricabatterie CRISTEC possono essere facilmente installati in parallelo, al fine di aumentarne la capacità.

Si consiglia di utilizzare caricabatterie dello stesso modello e calibro.

Anche la lunghezza dei cavi di uscita, nonché la loro sezione, devono essere identiche (montaggio equipotenziale a stella).

La presenza del LIN su alcune versioni (HPOWER, YPOWER DC-DC) consente installazioni totalmente bilanciate, di tipo master-slav

I caricatori CRISTEC sono progettati per essere installati su una parete verticale mantenendo un’area di 150 mm attorno al caricatore.

Hai la possibilità di installarli orizzontalmente, ma in questo caso la protezione IP ne risentirà e il raffreddamento termico non sarà più ottimizzato.

L’ingresso alternativo deve essere effettuato su un connettore tipo WAGO WINSTA riferimento 770-103 (non fornito per versione OEM).

    Video di cablaggio del connettore di ingresso WAGO

Regola il mio caricabatterie

La scelta delle batterie è diventata particolarmente varia negli ultimi anni. Sul mercato si possono trovare batterie di diverse tecnologie e componenti.

È fondamentale assicurarsi che il profilo di carica sia perfettamente adattato al tipo di batterie.

I nostri caricatori sono dotati di dispositivi* che consentono la parametrizzazione in base al tipo di batterie e all’applicazione. Fare riferimento al manuale corrispondente.

Per i modelli YPOWER o HPOWER è possibile selezionare il profilo di carico tramite l’opzione display remoto (YPO-DISPLAY-R o HPO-DISPLAY-R o UNI-DISPLAY-R).

* Microinterruttori, ruota encoder o pulsante a seconda del modello.

I nostri caricabatterie sono configurati per impostazione predefinita all’uscita dalla fabbrica per batterie al piombo sigillate*.

Abbiamo lavorato in stretta collaborazione con i produttori di batterie per offrire un profilo di carica che consenta di soddisfare la ricarica di una flotta mista: piombo sigillato*, AGM, gel, piombo calcio e piombo a spirale.

*Elettrolita chiuso senza manutenzione

Per alcuni casi particolari è possibile disattivare il Boost tramite il dispositivo previsto a tale scopo. Fare riferimento al manuale corrispondente

Questa funzione è offerta sulle gamme YPOWER e HPOWER.

Si tratta di un ciclo settimanale automatico (inibito o meno tramite microinterruttore F) che ottimizza la durata della batteria. Interviene solo dopo un ciclo di ricarica completo (BOOST, ASSORBIMENTO e FLOATING) .

Il caricatore genererà automaticamente un gradino di tensione temporizzato ogni 7 giorni indipendentemente dalla posizione del microinterruttore Boost.

Ciò consente di limitare i rischi di solfatazione delle lastre, in particolare quando i parchi di servizio sono composti da più elementi montati in parallelo e quando questi ultimi rimangono permanentemente soggetti a un regime di carico di tipo Floating.

Assicurati di verificare con il produttore della batteria che questa funzione sia compatibile con loro (alcuni tipi di batterie AGM non accettano questa funzione).

Usa il mio caricabatteria

Ogni uscita del caricatore ha un dispositivo di non ritorno.

Non vi è quindi alcun rischio di avviare il motore o di avere un’altra fonte di carico (regolatore solare, generatore eolico, ecc.) che eroga con il caricatore in funzione.

Puoi lasciare il tuo caricabatterie CRISTEC collegato in modo permanente.

Per lunghi periodi di inattività, hai anche la possibilità di selezionare l’impostazione Winterzing sui dispositivi di selezione del tipo di batteria*.

* Microinterruttori, ruota encoder o pulsante a seconda del modello.

I caricabatteria CRISTEC sono dotati di un ingresso alternativo universale (della gamma CPS2).

Questo sistema permette loro di operare in modo automatico ed indifferente da tutte le reti monofase da 90 a 265VAC e da 47 a 65Hz.

L’utilizzo del tuo caricabatterie in tutto il mondo è così facilitato, senza alcun intervento!